A San Martino ogni bacca diventa mirto

da | Gen 25, 2017 | Alimentazione e salute, Notizie | 0 commenti

Liberamente ispirati al giorno di San Martino, che cade l’11 novembre, oggi presentiamo il liquorificio San Martino di Selargius. Azienda a conduzione familiare, riesce a portare in ogni bottiglia il sapore dei frutti della nostra terra. Un mirto dal colore viola acceso e il sapore corposo è il prodotto di punta di San Martino. Senza dimenticare il resto della produzione, di qualità altrettanto elevata.

Il mirto

Il mirto di Sardegna è un liquore fatto con le bacche di mirto, una pianta sempreverde cespugliosa che cresce spontanea nella nostra terra. Che sia di montagna o di collina poco importa: le bacche di mirto sono da sempre utilizzate per la produzione di liquori dal sapore dolce e intenso, tipico della bacca. Aspro quanto basta, dolce al palato, di buona gradazione alcolica, il liquore di mirto viene utilizzato in Sardegna ghiacciato, come amaro dopo pasto. Il mirto, però, ha anche altri usi in cucina, il più noto è l’aromatizzazione del maialetto sardo con le foglie della pianta.

Non solo mirto

Il mirto è solitamente quello rosso, colore viola intenso per essere precisi. Ma San Martino produce anche due diversi tipi di mirto bianco. Uno meno pregiato, fatto dall’infusione di foglie primaverili, e un altro altamente pregiato, frutto dell’infusione delle rare bacche di mirto bianco. Quest’ultimo è sicuramente un’esperienza da provare per chi finora ha degustato solo il mirto rosso. Siamo certi che la piacevole sorpresa del vellutato aroma del mirto bianco non deluderà nessuno. San Martino è però anche innovazione di produzione, così troviamo tra i suoi prodotti liquori alla liquirizia e mirto, al cioccolato e mirto, al carciofo, al finocchietto, grappa di cannonau e fil’e ferru, e prodotti dolciari a base di miele e infuso di mirto.

Amaro e non solo

Abbiamo presentato, e molti così lo conoscono, il mirto come amaro dopo pasto. In Sardegna però, è possibile trovare una bevanda più leggera creata “al volo” aggiungendo la gassosa al mirto, da degustare anche lontano dai pasti. San Martino è andata oltre, con ottimi risultati, provando a inserire un prodotto a base di mirto a inizio pasto. Si chiama M18 ed è un aperitivo. Liscio o allungato con acqua tonica, rappresenta un’alternativa sarda al classico aperitivo, e trova spazio anche nella creazione di cocktail “emozionali”. Per chi invece amasse gli agrumi, c’è anche l’A18, a base di agrumi appunto, che presenta lo stesso contenuto tenore alcolico.

San Martino, liquori per passione

Non vi resta che visitare la vetrina di San Martino, leggere la storia dell’azienda e scegliere il liquore che meglio può accompagnare le vostre giornate.

Sei un visitatore?

Visita il Centro Commerciale Virtuale (CCV)

Sei un operatore professionale?

Scopri cosa abbiamo pensato per te