Sardu còmpora sardu, la nostra adesione all’iniziativa

da | Feb 21, 2017 | Iniziative | 0 commenti

Ai nostri avventori sarà capitato di vedere sulla pagina iniziale, almeno una volta, un cartello rosso con una scritta bianca che recita “Sardu còmpora sardu“. La traduzione è semplice come il concetto che esprime: sardo compra sardo.

La ghettizzazione del “continentale”?

A primo acchito una simile esortazione potrebbe far pensare a una ghettizzazione della produzione continentale, mentre in realtà l’intenzione è ben diversa. L’iniziativa Sardu còmpora sardu si pone obiettivi ben lontani dallo stabilire un embargo di fatto sui prodotti importati. L’idea, portata avanti da Pierfrancesco Devias con Liberu, parte da un presupposto allarmante. L‘80% dei prodotti commercializzati sugli scaffali dei negozi sardi è di importazione. Questo significa che solo il 20% proviene dalla nostra filiera e non rispecchia la reale capacità produttiva delle aziende dell’isola.

Sardu còmpora sardu

Questa esortazione è rivolta a tutti gli operatori della filiera produttiva agroalimentare sarda: produttori, commercianti e consumatori. L’adesione all’iniziativa prevede di impegnarsi a esporre, nei negozi sul territorio, i prodotti sardi accanto a quelli di importazione, evidenziandoli come locali e vendendoli a prezzi allineati a quelli di mercato. Il problema dei prezzi è molto importante per le produzioni sarde. Spesso provenienti da piccole produzioni, hanno il gravoso peso della distribuzione dei costi fissi su una produzione ridotta che fa lievitare il prezzo. L’impegno, secondo il nostro parere, deve essere quindi quello di produttori e commercianti a tenere i prezzi a un livello concorrenziale, e del consumatore ad acquistare prodotti locali.

Il nostro portale e l’iniziativa

Il nostro progetto e l’iniziativa Sardu còmpora sardu agiscono su due livelli differenti. L’iniziativa di Liberu punta a una più ampia distribuzione locale dei prodotti sardi. Il nostro portale mira invece a permettere ai produttori locali di superare le barriere naturali ed economiche della nostra isola. Noi offriamo un canale distributivo e di vendita che si pone come alternativo per chi già ha una distribuzione on line, e nuovo per chi non ha mai compiuto questo passo. Sia noi che Liberu, però, abbiamo un punto in comune: cercare nei produttori quella collaborazione e quel “remare tutti in un solo verso” che possa portare benefici a tutti. Tutti, compreso il portale stesso e di conseguenza l’intera filiera produttiva coinvolta direttamente nel nostro progetto.

Le nostre iniziative

Questa adesione a Sardu còmpora sardu è solo la prima di una serie di iniziative che porteremo avanti durante la nostra avventura, che resta comunque sempre un’attività commerciale. Infatti sono allo studio altre iniziative, alcune promosse direttamente da noi e altre a cui aderiremo per portare oltre i confini la nostra produzione alimentare, artigianale, turistica e culturale.

Sei un visitatore?

Visita il Centro Commerciale Virtuale (CCV)

Sei un operatore professionale?

Scopri cosa abbiamo pensato per te