Incentivi regionali all’agricoltura qualificata in Sardegna

da | Mar 7, 2017 | Economia | 0 commenti

Laureati e diplomati che ripiegano sul lavoro nei campi? In Sardegna è possibile: la Regione stanzia venti milioni di euro per i giovani qualificati che scelgono di investire nell’agricoltura.

L’agricoltura qualificata

Il bando regionale è inquadrato nel Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020, misura 6.1. Si rivolge ai giovani di età compresa tra i 18 e i 40 anni, in possesso di una qualifica professionale o esperienza comprovata in ambito agricolo. Con una dotazione finanziaria di poco più di 20 milioni di euro, l’intervento si sviluppa attraverso l’erogazione di un premio forfettario di 35.000 euro per l’avvio di un’attività imprenditoriale in agricoltura. Con questo intervento la Sardegna vuole incentivare l’agricoltura qualificata puntando al ricambio generazionale di qualità e lo sviluppo di una filiera che non deve essere abbandonata.

Le condizioni e le scadenze del bando

A parte i requisiti già indicati riguardanti l’età, i titoli di studio e professionali necessari per l’accesso ai benefici sono: diploma di laurea in materia agraria, veterinaria, della scienza delle produzioni animali o della scienza delle tecnologie alimentari ovvero diploma universitario per le medesime aree professionali; abilitazione all’esercizio della professione in una delle materie di cui al punto precedente; diploma di scuola media superiore in materia agraria; possesso del titolo di qualifica rilasciato dall’Istituto Professionale per l’agricoltura a conclusione del terzo anno; frequenza di un corso di formazione finalizzato all’acquisizione di competenze e conoscenze in campo agricolo; svolgimento di attività lavorativa in campo agricolo come lavoratore subordinato o autonomo per un periodo di tre anni – anche non continuativi, attestata da idonea documentazione. Questi requisiti sono alternativi tra loro.

L’insediamento nell’azienda agricola deve essere a titolo di capo dell’azienda individuale o collettiva. La dimensione economica aziendale deve essere compresa tra 15.000 e 200.000 euro. La domanda dovrà essere corredata da un business plan da redigere in base allo schema allegato al bando. La domanda dovrà essere presentata tra il 15/03/2017 e il 14/04/2017. Alle domande ritenute ammissibili verrà assegnato un punteggio e le erogazioni avverranno fino a esaurimento dei fondi stanziati. Il bando integrale e il decreto di rinvio dei termini son consultabili sul sito della Regione Sardegna.

Il rilancio dell’agricoltura sarda

La filiera agricola è sempre stata, in Sardegna, uno dei motori dell’economia. Da sempre l’isola è divisa tra il turismo e le produzioni alimentari e artigianali, senza mai trovare una svolta decisa verso l’una o l’altra attività. Il tentativo della regione, in questo senso, vuole portare le nuove generazioni a riprendere possesso delle terre coltivabili per rilanciare un’economia che troppo spesso è mortificata dalle difficoltà che le condizioni naturali ci mettono di fronte. Un’economia di qualità che non deve necessariamente scegliere la sua via, ma trovare un compromesso che porti a sviluppare tutti i settori in cui è possibile apportare miglioramenti. Senza dimenticare che il turismo e la filiera agricola sono strettamente connessi, essendo l’uno perfettamente integrabile nell’altra. È sufficiente avere le idee giuste e metterle in pratica, il resto è collaborazione, e  l’impegno che ai lavoratori sardi non manca di certo.

Noi di enedina.it crediamo che l’unione di tutti gli sforzi, di tutte le idee, di tutte le nostre fatiche possa finalmente portare, un giorno, a realizzare il sogno dell’indipendenza economica della nostra bellissima isola.

Sei un visitatore?

Visita il Centro Commerciale Virtuale (CCV)

Sei un operatore professionale?

Scopri cosa abbiamo pensato per te