Seleziona una pagina

eneBlog

Salto di Coloras, mani esperte su un uvaggio speciale: la Malvasia

da | Giu 30, 2017 | Alimentazione e salute | 0 commenti

Dalle colline che affacciano sul mare del golfo di Bosa, la Cantina Angelo Angioi ci presenta Salto di Coloras, vini figli di un uvaggio magico capace di mettere d’accoro i gusti più disparati: la Malvasia.

Il Salto di Coloras

La linea di Malvasia prende il nome dall’appezzamento che il nonno di Angelo Angioi acquistò nel 1907. Salto di Coloras era un territorio roccioso, utile al pascolo e a poco altro. A seguito di bonifica e sbancamento, è stato trasformato in un terreno per la coltivazione del grano. Solo recentemente Angelo Angioi ha deciso di trasformare tutta quella terra che affaccia sul golfo di Bosa in un  vigneto. La scelta delle uve era quasi obbligata: Malvasia. Una scelta rivelatasi vincente.

Angelo Angioi

Angelo Angioi non proviene da una discendenza di viticoltori. Enologo stimato e apprezzato, ha messo la sua firma su alcuni dei migliori vini della Sardegna. La decisione di legare il suo nome a una propria linea lo ha portato a impiantare il vigneto del Salto di Coloras, la località che dà il nome alla sua Malvasia di Bosa. Una scelta di cuore e passione che ha portato a risultati di eccellenza. I suoi vini sono una concentrazione di passione, esperienza, conoscenza profonda del proprio lavoro. Il risultato è stato certificato anche dai riconoscimenti ricevuti da questa giovane cantina che può però vantare una lunga esperienza e assoluta professionalità.

La Malvasia per tutti i gusti

Tutti i vini Angioi sono prodotti secondo i disciplinari di produzione D.O.P. La Malvasia Salto di Coloras nasce dalla spremitura morbida delle uve, l’utilizzo di lieviti selezionati per la pulizia del mosto e temperature controllate per la conservazione degli aromi. Viene presentata in due varianti principali: un vino dolce da aperitivo o dessert e una riserva più secca e calda (maturata in botti di rovere) da meditazione o da fine pasto. Sempre dalla Malvasia Angelo Angioi ottiene un vino bianco secco, da tutto pasto, fresco e gentilmente fruttato, un’esperienza che consigliamo vivamente. Infine, la produzione della Cantina Angioi va oltre, offrendo un Cannonau e un Vermentino da uve provenienti da vigneti amici. Bianco, rosso, dolce o secco: a voi la scelta.

0 commenti

Trackback/Pingback

  1. Vini Agricola Soi, un architetto per disegnare il futuro del vino - […] ha scelto di farsi aiutare da due nomi d’eccellenza: il noto enologo Angelo Angioi, che noi conosciamo già bene,…

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

eneShop

I nostri produttori

eneForum

Circoli Sardi

Pin It on Pinterest

Share This

Attendere prego