fbpx
+39 380 896 3807 info@enedina.it

Questo è un classico primo piatto della Sardegna centro meridionale, lungo la piana del Campidano e zone limitrofe. Conosciuto con diverse varianti, il sugo utilizzato è un ragù intenso e dal sapore profondo: i malloreddus alla campidanese.

Ingredienti (per 4-6 persone)

  • 500 grammi di malloreddus;
  • due spicchi d’aglio;
  • 500 grammi di salsiccia fresca;
  • una bustina di zafferano;
  • 700 grammi di passata di pomodoro;
  • olio EVO;
  • un rametto di rosmarino;
  • un ciuffo di basilico;
  • sale integrale marino;
  • pecorino grattugiato;
  • 250 ml di vernaccia;
  • 250 ml d’acqua.

Preparazione (circa 2 ore)

Preparate la salsiccia aprendola con un paio di forbici da cucina e liberandola dal budello. In una pentola capiente versate un fondo di olio extravergine d’oliva e fatevi rosolare i due spicchi d’aglio schiacciati. Quando l’aglio sarà imbiondito toglietelo e rosolare la salsiccia sfumandola con la vernaccia.

Aggiungere la passata di pomodoro, lavando poi la confezione con l’acqua e versandola nel sugo. Abbassare la fiamma e mescolare in modo da aggiungere gli altri ingredienti prima che il sugo cominci a bollire. Spogliare il rametto di rosmarino e aggiungete al sugo le sole foglie, quindi aggiungere lo zafferano (una decina di stimmi in tutto) e mescolate ancora. Aggiustare di sale (attenzione, la salsiccia è condita) e portare a ebollizione.

Quando il sugo comincerà a bollire, abbassate il fuoco, e se possibile mettere la pentola sul fornello più piccolo con fiamma bassa. Coprire con un coperchio paraspruzzi e lasciare cuocere per circa due ore, controllando di tanto in tanto la consistenza e aggiungendo acqua tiepida se fosse necessario. A fine cottura spegnere il fuoco, togliere la pentola dal fornello, aggiungere il basilico e amalgamare.

Nel frattempo avrete portato a ebollizione una pentola d’acqua salata in cui cucinare i malloreddus al dente. A seconda del tipo di pasta serviranno dai 10 ai 15 minuti, controllare la confezione. Scolate i malloreddus e conditeli direttamente nella pentola del sugo ancora caldo, aggiungendo il pecorino grattugiato per completare il sapore campidanese. Servire calda.

Consigli

La salsiccia è quella fresca preparata con o senza anice. In alternativa potete chiedere al macellaio di darvi direttamente la carne condita per preparare la salsiccia, possibilmente senza anice. Fate attenzione con il sale perché la salsiccia ha già il suo condimento, inoltre sia il rosmarino che lo zafferano danno sapidità al preparato. Andrà quindi aggiunto solo il sale aggiustare la sapidità del sugo. Il sapore sarà intenso e corposo, un’armonia tra carne condita, zafferano, pomodoro e rosmarino, tutti sapori forti. In alternativa alla passata è possibile usare pomodori freschi, soprattutto d’estate, scottandoli appena per pelarli prima di utilizzarli.

Bevande consigliate: un rosso corposo ben accompagna questo ragù intenso, come il cannonau, il bovale o il nieddera. Volendo anche la vernaccia, nella versione riserva, può accompagnare il piatto.

Ingredienti dallo shop per i malloreddus alla campidanese

Potete acquistare i prodotti per realizzare i malloreddus alla campidanese sul nostro shop, utilizzando così i nostri stessi ingredienti:

Per accompagnare:

Ora, come si dice da noi: cottu o no cottu, su fogu d’adi biu (cotto o non cotto, il fuoco l’ha visto).

Sei un visitatore?

Visita il Centro Commerciale Virtuale (CCV)

Sei un operatore professionale?

Scopri cosa abbiamo pensato per te

eneShop

I nostri produttori

eneForum

Circoli Sardi

Pin It on Pinterest

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: