Seleziona una pagina

eneBlog

Le isole del gusto, una rassegna gastronomica “diffusa”: dove mangiare

da | Mag 3, 2019 | Alimentazione e salute, Eventi e sagre, Iniziative, Notizie, Turismo | 0 commenti

Dividere l’isola in isole più piccole per riunire i produttori di eccellenze? Si può fare e, anzi, lo fa la rassegna gastronomica diffusa Le isole del gusto.

Le isole del gusto, la rassegna gastronomica “diffusa”

Nata nel 2006 su iniziativa della Camera di Commercio di Oristano, l’edizione 2019 è la seconda a diffusione regionale. Vede protagoniste anche le Camere di Commercio di Cagliari, Sassari e Nuoro, oltre che l’Unioncamere della Sardegna. Perché “diffusa”? Perché non c’è una sede in cui degustare e valutare i menu, ma sono addirittura quaranta, divise tra le province sarde a rappresentare l’intero territorio. Quaranta agriturismo e ristoranti che proporranno, per la rassegna, un menu a prezzo prefissato con autonoma scelta nell’abbinamento di vini.

I ristoranti de Le isole del gusto

Come detto, i locali che proporranno i menu de Le isole del gusto saranno quaranta. Quaranta menu tra cui scegliere, in base ai gusti e, soprattutto, in base al luogo che si sta visitando. Una piccola, grande guida che premia l’impegno di agriturismo e ristoranti partecipanti, che hanno dato la loro disponibilità e messo sul piatto, oltre alle portate dei menu, anche la loro professionalità nel predisporre un’offerta ampia che rappresentasse l’enogastronomia della Sardegna. E dopo ogni pasto potrete votare il menu degustato

La giuria 

I giurati de Le isole del gusto sarete voi, insieme a una giuria tecnica di qualità. Voi che, seguendo le istruzioni, degusterete e darete il vostro parere sul menu. Partecipare è semplice. Prima di tutto dovete obbligatoriamente prenotare. Scegliete quindi il menu o il locale, di cui sono forniti i contatti, e prenotate. I menu sono indicati nella locandina che potete scaricare e portare sempre con voi. Il costo è quello indicato sui singoli menu, i bambini sotto i 3 anni non pagano e quelli da 3 a 10 anni pagano il costo intero se prendono il menu, altrimenti possono ordinare alla carta. Nel prezzo sono compresi il coperto, due calici del vino proposto (o altra bevanda) e mezzo litro d’acqua.

A questo punto non vi resta che andare nel luogo prescelto, consumare il pasto e dare il vostro voto. I vostri voti contribuiranno a formare le classifiche de Le isole del gusto. Un podio che vedrà un vincitore e due classificati (secondo e terzo) per ogni territorio (Cagliari, Sassari, Oristano e Nuoro), un vincitore e due classificati in assoluto, e le menzioni della giuria tecnica. E no, non c’è Alessandro Borghese che con il suo voto potrebbe ribaltare i risultati.

L’offerta

L’offerta globale de Le isole del gusto comprende un po’ tutta la produzione enogastronomica sarda. Vini, produzioni ittiche, pasta e pane, ortaggi e frutta, carne. Il tutto per coprire il più possibile la grande biodiversità rappresentata da 6 prodotti a marchio Dop, 2 Igp, 189 Pat e 33 denominazioni di vini tipici. A noi preme segnalare alcuni menu tra quelli proposti, e sono tre menu che coinvolgono i nostri produttori di vini e liquori. 

Il primo è il Ristorante L’Ulivo di Gonnosfanadiga (numero 37 della guida), che l’anno scorso ottenne una menzione speciale della giuria tecnica. La proposta prevede un antipasto (Melanzana croccante farcita al casizolu, salsa all’erborinato e insalatina), un primo (Chicchi di civraxiu al sugo di cozze, pomodorino infornato al limone, basilico e crema di zucchine) e un secondo (Gallina disossata con su preimentu di coccoi, pomodoro secco, lardo e zafferano, la sua salsa e verdurine saltate), quindi il dolce (Cremoso al Villacidro Murgia, crumble al cioccolato e salsa alla vaniglia e arancia). In abbinamento il Branu (Vigne Surrau) e il Chiaroscuro (Cantina Mulleri). Prezzo del menu: € 35,00.

Il secondo è il menu di Hub Ristorante di Macomer (numero 12 della guida), con l’antipasto (Cipollotto in gelatina di sardo modicana), il primo (Risotto «sfumature di primavera»), il contorno (Crocchè di antunna), il secondo (Casizzolu nella foglia di fico, sugo d’arrosto) e il dolce (Spuma di ricotta in cialda, ciliegie, pinoli e bietole). Tutto abbinato ai vini Tiernu (Il Nuraghe Cantina Sociale di Mogoro), Arcanos (Cantina Murales), e la malvasia Salto di Coloras (Cantina Angelo Angioi), per un prezzo di € 35,00.

Il terzo menu è quello di Ristorante Da Lucio a Marceddì (numero 34 della guida), con il primo (Fregola sarda a cucchiaio con arselle e pomodorini), il contorno (Verdure in pinzimonio), il secondo (Filetto di spigola, zafferano e salicornia, spezie). Quindi il dolce (Mostaccioli accompagnati da un bicchierino di Vernaccia di Oristano) e gli abbinamenti con i vini Jocalia (Azienda Agricola Melis) e Velludu Vermentino (Cantina Su Cuppoi). Il prezzo è di € 30,00.

Informazioni

La rassegna Le isole del gusto si svolgerà nei ristoranti indicati nella guida dal 4 maggio al 23 giugno 2019. Maggiori informazioni le trovate sul sito della rassegna, oppure visitando le pagine Facebook dei singoli ristoranti partecipanti o della rassegna stessa. Non vi resta quindi che armarvi di taccuino e appetito, vi comunicheremo a fine rassegna i nomi dei vincitori.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

eneShop

I nostri produttori

eneForum

Circoli Sardi

Pin It on Pinterest

Share This

Attendere prego