Oro, argento e… birra artigianale sarda a Rimini

da | Feb 23, 2017 | Riconoscimenti | 0 commenti

Un oro, un argento e due bronzi per la birra artigianale sarda, in occasione del concorso “Birra dell’anno 2017” tenutosi a Rimini. Quattro premi, come i 4 Mori del birrificio di Guspini, padre delle birre Pozzo.

I numeri del concorso

In gara a Rimini, per la XII edizione, c’erano 257 birrifici artigianali provenienti da tutta Italia, per un totale di 1.367 birre suddivise in 29 categorie. In tutto 72 giurati hanno degustato e valutato la sapiente opera dei mastri birrai italiani, stabilendo tre vincitori per categoria, quindi 87 birre premiate con oro, argento e bronzo. Ai premi si aggiungono le menzioni d’onore e l’elezione del re, il birrificio dell’anno 2017, premio che è andato al birrificio Baladin di Piozzo, in provincia di Cuneo. Il tutto sotto la sapiente organizzazione dell’Unionbirrai, per uno dei concorsi tra i più importanti d’Europa.

I premi per la birra artigianale sarda

I birrifici sardi si sono fatti onore, raccogliendo quattro premi così suddivisi: un oro, un argento e due bronzi. La birra artigianale sarda che ha eccelso è rappresentata dalla 50 Nodi del birrificio sassarese P3 Brewing Company (Cat. 7 – Chiare e ambrate, alta fermentazione, basso/medio grado alcolico, luppolate, di ispirazione anglosassone (IPA)), che vince il primo premio, mentre lo stesso birrificio, con la Turkanara, si aggiudica anche un bronzo nella categoria 14 (Scure, alta e bassa fermentazione, alto grado alcolico di ispirazione angloamericana). L’altro bronzo è andato al birrificio Rubiu di Sant’Antioco con la birra Moresca, nella categoria 21 (Scure, alta fermentazione, alto grado alcolico, di ispirazione belga). Menzioni d’onore per il Birrificio di Cagliari (birra Tuvixeddu, Cat. 6 – Alta fermentazione, basso grado alcolico, di ispirazione Anglosassone) e per il birrificio P3 Brewing Company (birra Jordi, Cat. 19 – Saison).

Il birrificio 4 Mori

Alla conta manca un argento, che è stato assegnato, nella categoria  4 (Ambrate e scure, bassa fermentazione, basso grado alcolico, d’ispirazione tedesca), al birrificio 4 Mori e alla sua rossa Pozzo 9. Un riconoscimento importante per il birrificio 4 Mori, che conferma la qualità delle sue birre dopo la premiazione, nella passata edizione, della Pozzo 5 nella vecchia categoria 4 (Alta e bassa fermentazione, alto grado alcolico, di ispirazione tedesca). Qualità che abbiamo testato personalmente sulle due Pozzo e che vi consigliamo di provare. Magari approfittando della confezione degustazione birra Pozzo che comprende anche la Pozzo 16, birra cruda bionda per palati delicati.

Sei un visitatore?

Visita il Centro Commerciale Virtuale (CCV)

Sei un operatore professionale?

Scopri cosa abbiamo pensato per te