Seleziona una pagina

eneBlog

Phoenix IGT Isola dei Nuraghi di Angelo Angioi premiato a Vinibuoni d’Italia

da | Lug 30, 2018 | Notizie, Riconoscimenti | 1 commento

Ogni tanto ci piace dare certe notizie, siamo orgogliosi quando ciò accade. Uno dei nostri produttori, Angelo Angioi (Salto di Coloras), ha ricevuto il giusto riconoscimento dalla guida Vinibuoni d’Italia per un’eccellenza assoluta: Phoenix IGT Isola dei Nuraghi.

La guida Vinibuoni d’Italia

Vinibuoni d’Italia è la guida che mira a valorizzare le tipicità e il territorio puntando sulle eccellenze italiane del vino. Dedicata esclusivamente ai vitigni autoctoni presenti nella penisola da oltre 300 anni, è strutturata su 21 commissioni regionali. Sabato 28 luglio 2018 si è tenuta a Buttrio (Friuli Venezia Giulia) la serata finale per la composizione della guida 2019. Degli oltre 26.000 vini proposti e selezionati, 725 hanno raggiunto l’evento di chiusura. Tra questi sono stati scelti, da un’ulteriore giuria, i vini ritenuti migliori dalla commissione giudicante (Golden Star) e dal pubblico composto da sommelier, giornalisti del settore e amanti del vino (Corone). Phoenix IGT Isola dei Nuraghi, il malvasia secco di Angelo Angioi, si è aggiudicato una delle corone.

Phoenix IGT Isola dei Nuraghi

Premiato dall’approvazione di un pubblico esperto con degustazioni alla cieca, Phoenix IGT Isola dei Nuraghi con la sua produzione 2017 si è aggiudicato una delle corone in palio. Vino fresco da aperitivo o a tutto pasto, fruttato e dall’aroma intenso, non scalda nonostante i suoi 14 gradi, che si fanno ben volere e non interferiscono con la degustazione. Pur essendo una vinificazione in purezza di uve malvasia, il dolce intenso caratteristico di questi vitigni compare solo in sottofondo, ma l’aroma delle uve si sente tutto e regala un tocco di modernità a questo vino.

Dalla nascita alla mescita

Phoenix IGT Isola dei Nuraghi nasce nel 2016 e nel 2017 conosce la sua seconda annata. Figlio una delle figure più autorevoli dell’enologia sarda (Angelo Angioi), nella nuova produzione ha fatto un passo avanti nel miglioramento di un prodotto già eccellente di suo. Lo potete trovare nello store, in cui sono presenti entrambe le annate, con le ultime bottiglie del 2016 ancora disponibili. A voi, dunque, l’onore e l’onere della mescita.

1 commento

  1. giuseppe petretto

    personalmente lo considero il miglior vino bianco sardo

    Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

eneShop

I nostri produttori

eneForum

Circoli Sardi

Pin It on Pinterest

Share This

Attendere prego