+39 380 896 3807 info@enedina.it

Chi lavora bene a capodanno lavora bene tutto l’anno. Ma attenzione, non stiamo parlando dell’attuale calendario gregoriano, bensì dell’antico calendario bizantino e del Cabudanni, il capodanno sardo.

Cabudanni, il mese dell’inizio

La Sardegna è una terra a forte vocazione agricola e molto legata a religione e superstizione. Se si aggiunge il lungo periodo di dominio bizantino, si comprende come i sardi abbiano adottato un calendario basato sull’anno agricolo. Per questo motivo Cabudanni, il capodanno del calendario sardo, coincide con il mese di settembre. Questo è infatti il mese in cui ricominciano le attività agricole, con particolare riferimento all’aratura dei terreni per la coltivazione di grano e cereali. Quindi settembre era per i sardi l’inizio del nuovo anno, il capodanno, e il nome del mese di settembre è, ancora oggi, Cabudanni.

Gli altri mesi dell’anno

Dopo su Cabudanni gli altri mesi sono legati alle attività agricole, alla natura e al culto. Fanno eccezione i mesi da gennaio a maggio e il mese di agosto, che sono uguali a quelli del calendario gregoriano. Così ottobre è Ladamini, il mese in cui si sparge il letame sui campi per fertilizzarli, mentre novembre è Donniasantu, per la presenza delle festività in onore dei Santi. Dicembre è Nadali, per indicare il mese in cui cade il Natale. Seguono Gennarxiu, Friarzu, Martzu, Abrile e Maju. Quindi il mese di giugno è il mese della luce, Lampadas, legato alle luci delle lucciole o ai fuochi di San Giovanni. Luglio è Trèulas, ovvero il mese in cui si effettua la trebbiatura, mentre agosto prende il nome ancora dal calendario gregoriano e si chiama Austu.

Varianti

Come qualsiasi espressione sarda, anche i mesi risentono molto delle varie zone geografiche. Così novembre nel logudorese è Su Mese de sos mortos, mentre dicembre, nel campidano, è chiamato Mes’e Paschixedda (Natale in campidanese). Luglio è noto anche come Argiolas (parola che indica le aie) o Mes’e Su Cramu, in quanto a luglio cade la festività della Madonna del Carmine (Cramu). Voi conoscete altre varianti dei nomi dei mesi? Avete correzioni da fare? Vi aspettiamo, nel frattempo “bonu cabudanni“. E nello store troverete i frutti della nostra terra.

eneShop

Il nostro negozio

I nostri produttori

E le loro produzioni

eneForum

Il nostro Forum

Circoli Sardi

Pensato per voi

Pin It on Pinterest

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: