Seleziona una pagina

eneBlog

Lorighittas alla bottarga di spigola e pomodorini freschi

da | Giu 12, 2019 | Alimentazione e salute, Primi piatti, Ricette | 0 commenti

Tre ore di lavoro per farne un chilo, 15-18 minuti di cottura, allora abbiamo scelto un condimento rapido: lorighittas alla bottarga di spigola e pomodorini freschi.

Ingredienti (per 3 persone)

  • 250 grammi di lorighittas;
  • 50 grammi circa di bottarga di spigola;
  • 200 grammi di pomodori ciliegini;
  • uno spicchio d’aglio;
  • olio extravergine d’oliva;
  • sale.

Preparazione (circa 20 minuti)

Lavate e tagliate in quattro parti i pomodorini. Fate rosolare, in una padella salta pasta, quattro cucchiai di olio extravergine d’oliva in cui farete imbiondire l’aglio schiacciato. Quando sarà imbiondito toglietelo e versate i pomodorini, facendoli appassire a fuoco vivace per qualche minuto. Salate e spegnete il fuoco.

Nel frattempo avrete messo una pentola con acqua salata a riscaldare, raggiunta l’ebollizione versate le lorighittas e cuocete per 15/18 minuti. Verificate la cottura perché, essendo una pasta fatta esclusivamente a mano, è meglio controllare direttamente la cottura.

Una volta cotte le lorighittas, scolatele e versatele nella padella con i pomodori, saltandole a fuoco vivace per un minuto circa, aggiungendo alla fine la bottarga tagliata a piccoli tocchetti. Amalgamate bene, quindi servitele con una spolverata di bottarga grattugiata direttamente sul piatto per completare il condimento. 

Consigli

Volendo è possibile aggiungere una spolverata di prezzemolo a crudo, ma siamo convinti che il sapore sia abbastanza completo così. 

Bevande consigliate: un bianco strutturato come il semidano superiore regge bene l’impatto del sapore della bottarga di spigola, che ha un retrogusto che ricorda, appunto il sapore della spigola.

Ingredienti dallo shop per le lorighittas alla bottarga di spigola

Potete acquistare i prodotti per realizzare le lorighittas alla bottarga di spigola nel nostro shop, utilizzando così i nostri stessi ingredienti:

Per accompagnare:

Ora, come si dice da noi: cottu o no cottu, su fogu d’adi biu (cotto o non cotto, il fuoco l’ha visto).

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

eneShop

I nostri produttori

eneForum

Circoli Sardi

Pin It on Pinterest

Share This

Attendere prego