Sergio Atzeni e l’arte di inanellare parole

 20,00

Produttore: AIPSA Edizioni

Autore: Sylvie Cocco, Valeria Pala, Pier Paolo Argiolas
Anno: 2015
Pagine: 280
Fotografie: in b/n
ISBN: 9788898692217
Quarta: Il volume restituisce in parte gli interventi, le riflessioni, le feconde immagini e gli spunti che hanno accompagnato le tre giornate di studio sulla figura e l’opera di Sergio Atzeni (Un cantastorie in blues. Sergio Atzeni dieci anni dopo, Cagliari, 13-14-15 ottobre 2005). Ai contributi della manifestazione del 2005 – organizzata dall’Associazione culturale Portales e dedicata allo scrittore sardo nel decennale della sua morte – si sono aggiunti altri saggi di rilevante contiguità, che, al pari e insieme ai primi concorrono a offrire da ottiche diverse e da ambiti disciplinari svariati un’immagine delle relazioni, degli intrecci, delle interferenze e delle contaminazioni che hanno nutrito l’opera di Sergio Atzeni, determinandone altresì originalità, complessità e spessore che richiedono ancora ricerche e approfondimenti. I contributi che compongono questo volume – distribuiti in tre sezioni distinte ma strettamente interconnesse – disegnano nel loro snodarsi una lettura dell’opera atzeniana che potremmo definire dialogica, in quanto viene costantemente sottolineato il suo porsi al confine tra varie discipline e arti e in quanto viene messa in luce quella visione del mondo che la sostanzia e che è frutto di un’interazione pluralistica fra varie lingue e culture. La riflessione sulle lingue e sui linguaggi – come modello di interpretazione del mondo, come analisi delle differenze e dei rapporti politici e culturali tra periferia e centro, come rete di rapporti e relazioni che riguardano i concetti di nazione, di letteratura e d’identità – largamente presente nell’opera di Atzeni, si riflette anche nei diversi contributi, che privilegiano di volta in volta la pluralità dei colloqui possibili fra letteratura e letteratura, fra scrittura e traduzione, fra letteratura e storia, letteratura e pubblicistica, cinema e scrittura, letteratura e musica, lingua egemonica e lingua subalterna.
Il titolo del volume, Sergio Atzeni e l’arte di inanellare parole, si ispira alle pagine che seguono, un affettuoso omaggio a Giovanna Cerina. Le illuminanti parole del suo intervento al convegno del 2005 esprimono infatti la feconda compresenza di punti di vista diversi e complementari che hanno arricchito la manifestazione nove anni fa e ora il presente volume.

Recensioni (0)

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Sergio Atzeni e l’arte di inanellare parole”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cerca prodotto

Mappa prodotti

Pin It on Pinterest

Share This