fbpx
+39 380 896 3807 info@enedina.it

Agricola Soi

Valutazione media del Produttore
0 out of 5
Agricola Soi LogoL’ Agricola Soi di Nuragus è una piccola azienda vitivinicola nonché una Fattoria Didattica, quasi un presidio territoriale, che nasce da un progetto cullato nel corso degli anni dal suo conduttore, Stefano Soi: tentare di far evolvere il concetto di agricoltura in agricultura.
Il nonno paterno di Stefano, Efisio, un uomo con grandi baffi ottocenteschi e portamento austero, fu uno dei primi enologi di scuola sarda e per tutta la sua lunga vita fu l’agronomo della vicina Colonia Penale del Sarcidano e, nell'ultimo periodo della sua carriera, di quella di Castiadas : luoghi dove i detenuti in semi-libertà, occupandosi di agricoltura, riscattavano il passato turbolento e saldavano il loro debito con la società.
Stefano, un mezzosangue con padre di Nuragus e mamma di Tuscania, nella maremma laziale, trascorre l’adolescenza nello splendido Podere toscano dello zio Gino, fratello della mamma, dove ha modo di vivere la viticoltura in tutte le sue fasi sia nella vigna che nella cantina ricavata nel cuore di una collina del podere Monte Santo.
Questo amore per le vigne e per la sua terra non è mai venuto meno neppure negli anni di allontanamento dalla Sardegna e ha portato Stefano, con i consigli fraterni e gli sproni di Angelo Angioi e Gilberto Arru, a realizzare il progetto di una sua azienda vitivinicola.
Per riassumere la filosofia aziendale dell’Agricola SOi sono sufficienti due parole: appartenenza e rispetto.
Appartenenza a quel microcosmo di cui Nuragus è il centro: un piccolo paese, dedito all’agricoltura e alla pastorizia, nel cuore del Sarcidano, caratterizzato da quelle colture - olivo, vite, pascolo e foraggio - che ne conformano il paesaggio agrario. Colline allagate dal sole e percorse dal maestrale e dallo scirocco. Terreni ricchi di scheletro o sabbie sciolte che permettono comunque alle viti, anche in aridocultura, di sviluppare molto lentamente radici profonde.

Rispetto assoluto per l’antica tradizione vitivinicola del territorio, per il suo sviluppo sostenibile e per l’agricoltura familiare, dimostrato da Stefano Soi, un architetto che ha deciso di fare ritorno ai luoghi natii insieme alla moglie Evi e al cane Lillu per proseguire il suo percorso di vita con una nuova filosofia. Per scelta aziendale non viene dato alcun supporto idrico, nessun concime o diserbo chimici: solo frequenti lavorazioni meccaniche e manuali.


Visualizzazione di tutti i 5 risultati

Pin It on Pinterest